Energia circolare

La Regione Veneto ha emesso il Bando per promuovere l’utilizzo efficiente delle risorse attraverso l’economia circolare, fornendo supporto ai processi di produzione e miglioramento all’interno delle PMI (plafond 7.214.206€). L’obiettivo principale è sostenere le piccole e medie imprese con l’obiettivo di:”

  • Stimolare cambiamenti organizzativi per favorire l’adozione di nuovi processi produttivi, permettendo una minore utilizzazione di materie prime e la creazione di prodotti più duraturi.
  • Ottimizzare l’efficienza della produzione attraverso la diminuzione del consumo di risorse e la riduzione degli scarti di lavorazione.
  • Promuovere l’utilizzo dei prodotti derivanti dal recupero dei rifiuti.

Chi saranno i beneficiari?

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese che:

  • Operino nel territorio della Regione Veneto.
  • Siano attive, regolarmente registrate nel registro delle imprese e conformi agli obblighi contributivi e normativi.
  • Non si trovino in condizioni di difficoltà finanziaria o procedure legali che compromettano la loro attività.

Intensità del contributo

  • Contributo massimo: Fino al 70% delle spese ammissibili, con limitazioni differenziate per le micro, piccole e medie imprese.
  • Spesa minima e massima: Tra 50.000€ e 2.000.000€, in base al tipo di supporto finanziario selezionato.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili le seguenti tipologie di intervento:

  • reingegnerizzazione del prodotto e/o del packaging del prodotto al fine di favorirne la durabilità, la riparabilità o le modalità di recupero, ivi inclusi gli impianti pilota;
  • Ristrutturazione degli impianti produttivi per sostituire materie prime o additivi con rifiuti, prodotti finiti recuperati (già autorizzati o in attesa di autorizzazione) o sottoprodotti, comprendenti anche i progetti pilota;
  • Ottimizzazione del ciclo produttivo e/o aggiornamenti gestionali al fine di migliorare l’efficienza produttiva attraverso la riduzione dei consumi di risorse e dei rifiuti di lavorazione, inclusi i progetti pilota;
  • Ristrutturazione del ciclo produttivo, anche in collaborazione con altre realtà produttive, per prevenire la generazione di rifiuti attraverso l’implementazione di una catena di valore basata sui sottoprodotti.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti le spese:

Acquisto di impianti, macchinari, strumenti ed attrezzature:

  • beni nuovi di fabbrica ovvero quelli mai utilizzati e fatturati direttamente dal costruttore (o dal suo rappresentante o rivenditore), inclusi anche gli impianti pilota
  • beni usati

Spese relative ad immobili, edifici e terreni:

  • Le spese relative all’acquisto del suolo sono ammesse nel limite del 10% della somma degli investimenti complessivi delle categorie a), d) ed e)
  • Le spese relative all’acquisto degli immobili sono ammesse nel limite del 20 % della somma degli investimenti complessivi della categoria a)

Spese per opere edili e impiantistiche strettamente collegate alla funzionalità dell’intervento

Licenze e servizi informatici inclusi servizi in cloud e software SaaS;

Brevetti e diritti di uso e sfruttamento;

Consulenze specialistiche e servizi esterni2 nella misura massima del 20% della somma degli importi complessivi delle categorie a), b), c), d), e)

Spese per garanzie per la tipula di fideiussioni per la domande di anticipo;

Costi indiretti: calcolati con tasso forfettario del 5% relative alle lettere a), b), c), d), e), f), g) a copertura dei costi generali di gestione (es: bollette telefoniche, acqua o elettricità, spese di assunzione, il personale di pulizia, acquisto di materiali di cancelleria, ecc.). Tali costi non sono soggetti a rendicontazione analitica.

Il progetto deve essere concluso entro 24 mesi dalla pubblicazione sul BUR del decreto di concessione del sostegno (entro 24 mesi a partire dal 12 aprile 2024).

Operatività

Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura valutativa con procedimento a graduatoria sulla base della proposta progettuale presentata (no Click Day).

Le domande potranno essere presentate fino alle ore 17.00 del 18 luglio 2024.

Vuoi saperne di più su come richiedere il bando? Compila il modulo e ti contatteremo.