MIMIT: In arrivo il bando Brevetti+

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) ha lanciato il bando Brevetti+ per supportare la valorizzazione e la tutela della proprietà intellettuale delle PMI italiane. Questo bando offre un contributo a fondo perduto pari all’80% delle spese sostenute per progetti legati allo sviluppo di brevetti. L’obiettivo è incentivare l’innovazione e la competitività delle imprese italiane attraverso l’acquisto di servizi specialistici per la valorizzazione economica dei brevetti.

BENEFICIARI

I beneficiari del bando Brevetti+ sono le micro, piccole e medie aziende italiane che soddisfano uno dei seguenti requisiti:

  • Titolari di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia dopo il 1° gennaio 2023.
  • Titolari di una licenza esclusiva trascritta all’UIMB di un brevetto concesso in Italia dopo il 1° gennaio 2023.
  • Titolari di una domanda nazionale di brevetto depositata dopo il 1° gennaio 2022 con un rapporto di ricerca non negativo.
  • Titolari di una domanda di brevetto europeo o internazionale depositata dopo il 1° gennaio 2022 con un rapporto di ricerca non negativo, che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Gli interventi ammissibili al bando Brevetti+ includono l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto. Questi servizi devono essere effettuati dopo la presentazione della domanda di agevolazione e il programma di spesa

deve essere completato entro 18 mesi dalla data di ricezione dell’atto di concessione del contributo da parte di Invitalia.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili per il bando Brevetti+ comprendono tre categorie principali:

  1. Progettazione, ingegnerizzazione, industrializzazione: include la progettazione produttiva, lo studio, la progettazione e l’ingegnerizzazione del prototipo, la realizzazione di software e firmware, i test di produzione e il rilascio di certificazioni di prodotto e processo.
  2. Organizzazione e sviluppo: comprende servizi per la progettazione organizzativa, la definizione di strategie di comunicazione e la promozione nei canali distributivi.
  3. Trasferimento tecnologico: include accordi di segretezza e accordi di concessione in licenza del brevetto. Le spese relative alle categorie 2 e 3 non possono superare il 40% del totale delle spese di progetto.

INTENSITA' DEGLI AIUTI

Il bando Brevetti+ offre un contributo a fondo perduto che copre fino all’80% delle spese ammissibili, fornendo un sostegno significativo alle PMI per lo sviluppo e la valorizzazione dei propri brevetti. Questo aiuto mira a ridurre i costi per le aziende e a favorire l’innovazione e la crescita economica.

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO AGEVOLATO

Il finanziamento agevolato del bando Brevetti+ è destinato esclusivamente alle PMI italiane che necessitano di servizi specialistici per valorizzare i propri brevetti. Il contributo a fondo perduto, pari all’80% delle spese ammissibili, è erogato per sostenere la progettazione, l’ingegnerizzazione, l’industrializzazione, l’organizzazione e il trasferimento tecnologico, facilitando così l’accesso a risorse fondamentali per lo sviluppo tecnologico.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande devono essere presentate a Invitalia attraverso i canali ufficiali. È necessario fornire una descrizione dettagliata del progetto, inclusi obiettivi, attività, risultati attesi e un piano finanziario. Le domande saranno valutate da un team di esperti, che forniranno una risposta entro un periodo prestabilito. La completezza e l’accuratezza della documentazione presentata sono fondamentali per ottenere un esito positivo.

Vuoi saperne di più su come richiedere il bando?

Compila il modulo e ti contatteremo