Piano Transizione 5.0: Guida Completa ai Crediti d'Imposta per le Imprese Italiane

Il Piano Transizione 5.0 è stato creato per supportare le imprese italiane nell’innovazione e nella riduzione dei consumi energetici. L’iniziativa, sostenuta da un fondo complessivo di circa 13 miliardi di euro nel biennio 2024-2025, si rivolge alle aziende che investono in beni strumentali 4.0, fonti rinnovabili e formazione del personale. Il piano prevede specifici crediti d’imposta e un iter burocratico definito per garantirne la fruizione.

BENEFICIARI

Il Piano Transizione 5.0 si rivolge a tutte le imprese italiane che intendono effettuare investimenti in beni strumentali materiali e immateriali, impianti per l’autoproduzione di energia rinnovabile, e formazione del personale. Sono incluse piccole, medie e grandi aziende che puntano a ridurre i propri consumi energetici e a migliorare la propria efficienza operativa.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili gli investimenti in beni strumentali 4.0 che garantiscano una riduzione dei consumi energetici. Questo include impianti per l’autoproduzione di energia rinnovabile e spese per la formazione dei lavoratori. Gli investimenti devono essere effettuati tra il 1° gennaio 2024 e il 31 dicembre 2025.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili comprendono:

  • Beni strumentali materiali e immateriali previsti dagli allegati A e B del Piano Transizione 4.0.
  • Impianti per l’autoproduzione di energia rinnovabile.
  • Formazione del personale per acquisire competenze digitali e green.
  • Certificazioni necessarie per la fruizione del credito d’imposta, recuperabili fino a 10.000 € per le PMI.

INTENSITA' DEGLI AIUTI

Le imprese possono beneficiare di un credito d’imposta fino al 45% per gli investimenti in beni strumentali 4.0 che garantiscano una riduzione dei consumi energetici. Gli investimenti in fonti rinnovabili possono ottenere un credito d’imposta fino al 63%, mentre per la formazione del personale il credito è fino al 10% dell’investimento complessivo, con un massimo di 300.000 €.

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO AGEVOLATO

Il finanziamento agevolato prevede:

  • Credito d’imposta fino al 45% per beni strumentali 4.0.
  • Credito d’imposta fino al 63% per investimenti in fonti rinnovabili.
  • Credito d’imposta fino al 10% per la formazione del personale.
  • Recuperabilità delle spese per certificazioni fino a 10.000 € per le PMI.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le imprese devono seguire un iter burocratico preciso:

  • Prima del completamento dell’investimento (ex-ante): invio della domanda di prenotazione delle risorse, certificazione ex-ante della riduzione dei consumi energetici, e comunicazioni periodiche sull’avanzamento dell’investimento.
  • Dopo il completamento dell’investimento (ex-post): comunicazione ex-post con certificazione finale che confermi l’effettiva realizzazione degli investimenti.

Vuoi saperne di più su come richiedere il bando?

Compila il modulo e ti contatteremo